In Cina la disfatta di Sebastian Vettel

E’ Daniel Ricciardo il protagonista della domenica cinese di Formula Uno. Il pilota della Red Bull vince il Gp di Cina. La gara è stata decisa ai box e dalla safety car. Protagonista naturalmente la Red Bull con Verstappen che avrebbe potuto centrare il secondo posto se non avesse fatto da mina vagante scontraandosi anche con la Ferrari di  Sebastian Vettel.

Partenza aggressiva di Kimi Raikkonen con Sebastian Vettel che lo ha chiuso in maniera decisa. Il finlandese è stato costretto ad alzare il piede perdendo una posizione per mano di Bottas. Dalle retrovie è arrivato Verstappen, partito con le ultrasoft, che ha superato prima Hamilton e poi lo stesso Raikkonen diventato quarto con Hamilton quinto. Nei primi giri Vettel ha lasciato dietro tutti tranne Bottas.

E’ stato Bottas, al giro 21, dopo essersi fermato per il pit stop, a piazzare il colpo sul ferrarsista. Vettel perde quasi 5 secondi nel suo ultimo giro prima della sosta ai box e viene superato dal pilota Mercedes. Al giro 27 Bottas supera Raikkonen che non si era ancora fermato. Gara viva con Vettel che ha duellato con il finlandese. Al giro 31 è scattata la virtual safety car dopo lo scontro tra le due Toro Rosso.

Si sono fermate le due Red Bull per tentare di guadagnare posizioni con gomme nuove. Al giro 35 Raikkonen è stato superato da Ricciardo scivolando al sesto posto. Bottas ha guadagnato 1,7 secondi su Vettel. Verstappen ha provato a superare Hamilton che lo ha fatto uscire di pista e perdere una posizione a favore di Ricciardo. L’australiano al giro 41 ha superato Hamilton piazzandosi dietro Vettel. Anche Verstappen ha superato l’inglese della Mercedes nel giro seguente. Ricciardo ha scavalcato anche Vettel diventando secondo. Anche Verstappen ha provato a superare il tedesco in Rosso, ma lo ha toccato danneggiando la monoposto di Maranello. Vettel è così scivolato al settimo posto. All’olandese 10 secondi di penalità. Vettel con l’auto danneggiata è riuscito ad arrivare al traguardo chiudendo ottavo. Raikkonen ha tentato di insidiare Bottas ma si è dovuto consolare con il terzo posto.

Lascia un commento