La rivoluzione silenziosa di Facebook: arriva il downvote

Non sarà un dislike ma poco manca. Facebook ha attivato in via sperimentale il downvote. La funzione del nuovo button è di permettere agli utenti di nascondere i commenti inadeguati e di fare una segnalazione. Non è il “non mi piace” ma il risultato è quello. Come di consueto le novità vengono testate negli Stati Uniti. Poi saranno estese nel resto del Mondo.

Il social media si affretta a precisare che è in atto l’esplorazione della funzionalità che “consenta alle persone di darci un feedback sui commenti ai post nella pagine pubbliche”. Ad esempio Reddit dispone già di un’opzione “parere negativo” che diminuisce la visibilità dei post meno graditi.

Una volta che si clicca sul downvote il commento viene nascosto. Gli utenti possono anche segnalare un post come fuori tema, offensivo o fuorviante. C’è da precisare che il post rimane visibile ad altri utenti. Il suo posizionamento non viene influenzato.

Facebook: nuova vita dei gruppi

A Londra nel corso del Communities Summit Europeo, alla presenza di Chris Cox (numero tre della compagnia di Menlo Park) sono stati annunciati investimenti fino a 10 milioni di dollari per le persone che creano o gestiscono comunità che aggregano utenti su un tema significativo. Nel mondo più di 1 miliardo di persone usano i gruppi Facebook ogni mese a livello globale.

Ad esempio in Gran Bretagna ci sono i Blind Veterans Uk, organizzazione che dà sostegno pratico ed emotivo ai veterani non vedenti e alle loro famiglie. In Italia c’è Fightthestroke, un gruppo che supporta i giovani sopravvissuti all’ictus e le loro famiglie.

Da Londra lotta agli account fake

Facebook raddoppia la squadra di ingegneri della sede londinese, team dedicato alla sicurezza e all’integrità della piattaforma, tema di grande attualità. Il gruppo di lavoro individuerà e bloccherà gli account fake, per ridurre le molestie e le truffe costruendo strumenti più efficaci, per migliorare le modalità di segnalazione dei contenuti.

Lascia un commento