Macerata. E’ Luca Traini l’uomo che ha terrorizzato la città

Luca Traini, italiano e incensurato. E’ l’uomo fermato dalla Polizia come presunto responsabile della sparatoria a Macerata. Il ventenne è stato bloccato in piazza della Vittoria davanti al Monumento ai Caduti, mentre faceva il saluto romano. Luca Traini ha 28 anni ed è originario delle Marche.

Un metro e 80, fisico atletico, calvo, è sceso dall’auto, si è tolto il giubbotto, ha indossato una bandiera tricolore sulle spalle, salendo sui gradini del Monumento. Si è poi girato verso la piazza, ha fatto il saluto fascista. Quando sono arrivati i Carabinieri non ha opposto resistenza. A bordo dell’auto la pistola, una tuta mimetica, sul cruscotto piume bianche, appunti a penna e bottiglie d’acqua.

Dopo il fermo, il sindaco Romano Carancini ha dichiarato il cessato allarme, comunicando su Facebook. “Rientrata la situazione di pericolo in città. L’uomo che fino a poche ora fa girava armato in città è stato arrestato”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin