Milano. Abbonamenti Atm agevolati per disoccupati,  inoccupati e detenuti

Milano sempre più attenta ai bisogni delle persone in difficoltà per la mancanza di lavoro o colpite dalla crisi economica. È stata approvata dalla Giunta Sala, in via sperimentale per un anno, l’istituzione del nuovo abbonamento urbano ATM a tariffa agevolata di 50 euro. Una tariffa espressamente rivolta ai milanesi in stato di disoccupazione o inoccupazione e ai detenuti che svolgono attività lavorative all’esterno delle case circondariali del capoluogo lombardo.

“Il nostro obiettivo – spiega l’assessore alla Politiche per il lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani – è rendere strutturale, e non più legata alle risorse disponibili di anno in anno, una misura di sostegno e supporto ai cittadini che si trovano in condizione di momentanea difficoltà, sollevandoli almeno in parte, dagli oneri derivanti dalla ricerca attiva di lavoro e favorendo così la loro ripartenza individuale. Dal 2012 al 2016, grazie alle diverse edizioni dell’iniziativa ‘Milano viaggia con te’, abbiamo messo a disposizione dei disoccupati e inoccupati milanesi oltre 9.900 abbonamenti urbani gratuiti”.

“Questo è un ulteriore strumento per incentivare e diffondere l’uso del servizio di trasporto pubblico – dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità -. Lo strumento dell’abbonamento aiuta a fidelizzare, così oggi ci rivolgiamo direttamente a cittadini con una difficoltà contingente, vogliamo aiutarli”. I requisiti necessari per accedere al nuovo abbonamento ATM sono la residenza a Milano, la cittadinanza italiana o europea, il possesso di un permesso o carta di soggiorno e il possesso della Dichiarazione di disponibilità immediata al lavoro (DID) dalla quale risultino almeno 36 mesi di inattività/disponibilità. Necessario anche avere un reddito ISEE dell’intero nucleo familiare non superiore a € 16.954,95 nel momento della richiesta.

A beneficiare della nuova tariffa saranno anche i detenuti delle case circondariali milanesi inseriti in percorsi di riabilitazione attraverso il lavoro presso realtà esterne alle strutture, con l’obiettivo di contribuire fattivamente al loro reinserimento sociale.

Gli abbonamenti urbani ATM avranno validità di un anno dal momento del rilascio della tessera e resteranno validi anche nel caso in cui il titolare trovi lavoro nel corso dei 12 mesi. Il costo di 50 euro è comprensivo dell’istituzione della pratica e della produzione del tesserino. Per l’attuazione del provvedimento l’Amministrazione ha previsto uno stanziamento di circa 197mila euro a carico dei fondi dell’Assessorato alle Politiche per il lavoro, Attività produttive e Commercio. Tutte le informazioni e le modalità per accedere ai nuovi abbonamenti saranno rese disponibili sulle pagine web comune.milano.it, atm.it e lavoroeformazioneincomune.it.

m5 chiusura porte

Lascia un commento