Donald Trump rischia il posto: Michael Flynn grande accusatore

Trema la Casa Bianca. Michael Flynn si è trasformato nel grande accusatore. L’ex consigliere alla sicurezza nazionale, in tribunale si è dichiarato colpevole di false dichiarazioni all’Fbi sui suoi contatti con l’ambasciatore di Mosca. Flynn avrebbe sostenuto di avere ricevuto un mandato da Donald Trump per “avere contatti con i funzionari russi”. L’ex consigliere sarebbe pronto a testimoniare contro il presidente.

“La mia dichiarazione di colpevolezza e la volontà di cooperare con il procuratore speciale riflettono la decisione che ho preso nel miglior interesse della mia famiglia e del mio paese. Accetto la piena responsabilità delle mie azioni”, ha affermato l’ex membro dello staff del tycoon. Flynn dichiara che è stato “doloroso sopportare le false accuse di tradimenti e altri atti oltraggiosi”.

Nelle accuse e nella sua dichiarazione di colpevolezza “non c’è nulla che coinvolga altre persone. Il caso riguarda solo lui”. Replica la Casa Bianca. “La dichiarazione di colpevolezza o l’incriminazione non coinvolgono nessuno che non sia il signor Flynn”, ha precisato Ty Cobb, legale di Trump.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin