Catalunya. Bruxelles “cede” a Madrid: arrestato Carles Puigdemont

Questione di ore e il Belgio arresterà Carles Puigdemont e i suoi ex consiglieri. Bruxelles preme sull’acceleratore su pressione di Madrid. L’arresto scatterà prima di designare un giudice per decidere sul mandato di arresto europeo voluto da Mariano Rajoy. Gli arresti avverranno “nelle prossime ore”. “Per designare un giudice, le persone ricercate devono essere private della libertà”, ha argomentato il portavoce della Procura Gilles Dejemeppe. La Procura federale ha trasferito i mandati europei a quella di Bruxelles.

“Dal momento in cui saranno arrestate potranno comparire davanti a un giudice”, ha evidenziato la Procura belga informando di essere in comunicazione con i legali di Carles Puigdemont, di Antoni Comín, Clara Ponsatí, Lluís Puig e Meritxell Serret. I perseguitati politici saranno portati di fronte al giudice. Entro 24 ore deciderà sul mandato di arresto europeo. In caso favorevole alla Spagna, la questione “passerà al Tribunale di prima istanza, che dovrà decidere entro 15 giorni” sull’esecutività del mandato. Le decisioni sono sottoposte ad appello, dalle parti in causa e anche in questo caso sono previsti 15 giorni per una decisione del giudice. La procedura potrebbe durare da un mese fino a un mese e mezzo. L’obiettivo di Rajoy è sbattere in cella Puigdemont prima del voto del 21 dicembre.

Carles Puigdemont

9 su 10 da parte di 34 recensori Catalunya. Bruxelles “cede” a Madrid: arrestato Carles Puigdemont Catalunya. Bruxelles “cede” a Madrid: arrestato Carles Puigdemont ultima modifica: 2017-11-05T13:21:09+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento