Serie A 12.esima giornata doppietta di Budimir e rigore di Trotta per la prima vittoria esterna del Crotone

95

Bologna 2 Crotone 3 Marcatori: Verdi 38°, Budimir 41°, Verdi 45°, Trotta ( R ) 67°, Budimir 69° Bologna (4-3-3): Da Costa, Krafth, Gonzales, Helander, Masina (Falletti), Donsah (Destro), Crisetig, Poli, Verdi, Palacio, Di Francesco (Krejci). All. Donadoni Crotone (4-4-2): Cordaz, Sampirisi, Simic, Ceccherini, Pavlovic, Nalini, Barberis, Mandragora, Stoian (Rohden), Budimir (Simy), Trotta (Izco). All. Nicola Arbitro: Fabrizio Pasqua (Tivoli) Ass. Schenone – La Rocca Quarto giudice: Francesco Fourneau (Roma1) VAR: Mazzoleni – AVAR: Tegoni Ammoniti: Sampirisi, Budimir, Simic, Gonzales Angoli: 6 a 3 per il Bologna Recupero: 1 e 5 minuti Il Crotone ce l’ha fatta nell’anticipo della dodicesima giornata a rientrare negli spogliatoi imbattuto dopo aver affrontato il Bologna che nel corso della partita ha sempre cercato il successo. Dare continuità al precedente risultato positivo contro la Fiorentina erano le consegne ricevute dai pitagorici da parte del tecnico Nicola e così è stato. Una buona interpretazione di tutta la squadra pitagorica che ha annullato la “missione” dei felsinei di cancellare le tre precedenti sconfitte e brindare con il successo alle trecento panchine del tecnico Donadoni. Nessun cambio operato da Nicola rispetto alla formazione della precedente giornata. Squadra che vince e sta bene fisicamente non si cambia. Per quanto fatto vedere nei 96 minuti, il Crotone ha dimostrato di poter contare su un complesso che sa ben destreggiarsi nella massima serie. Mister Donadoni ha preferito operare alcuni cambi ed ha schierato l’ex pitagorico Crisetig a centrocampo in sostituzione di Pulcar squalificato; Palacio, dopo due giornate d’essenza, inserito al posto di Petkovic nel tridente d’attacco in mezzo a Verdi e Di Francesco. Il Crotone soffre l’aggressione bolognese nei primi venti minuti. Il duo Mandragora, Barberis non contrastano adeguatamente il trio Donsah, Crisetig, Poli che forniscono di continuo gli attaccanti. Bene i pitagorici nella ripartenza con Nalini a destra e Stoian a sinistra. La migliore occasione del Crotone nella prima parte con Budimir che di testa costringe Da Costa a rinviare il pallone oltre la traversa. Il tanto decantato Palacio mai pericoloso nei confronti di Cordaz. Sembra essere la serata del numero uno pitagorico che, trentatreesimo e trentacinquesimo, riesce a sventare due palle gol su tiri di Poli, e Verdi. Momento critico del Crotone che non riesce ad uscire dalla propria metà campo. Le difficoltà dei pitagorici si evidenziano al minuto trentottesimo quando Verdi porta in vantaggio la sua squadra direttamente su calcio di punizione dal limite. Non smobilitano i pitagorici che riescono a trovare il gol del pareggio tre minuti dopo. Dalla destra Nalini gioca un ottimo pallone per Trotta. Da dentro l’area il pitagorico calcia in porta costringendo Da Costa ad una corta respinta del pallone raccolto da Budimir che lo insacca. Entusiasmo in campo e sugli spalti da parte dei tifosi pitagorici. L’entusiasmo dura soltanto quattro minuti. Al quarantaquattresimo, in seguito ad un’altra punizione dal limite, Verdi riporta in vantaggio la sua squadra. Impreparati Cordaz e la barriera in occasione delle due punizioni calciati da Verdi. Migliore giocatore pitagorico nel primo tempo Nalini. Peggiore Stoian ed ha fatto bene Nicola a sostituirlo al minuto sessantesimo con Rohden. Il pareggio i pitagorici lo cercano con insistenza ed arriva al minuto sessantasettesimo in seguito ad un rigore concesso dall’arbitro, fallo di mano di un difensore, dopo aver consultato la VAR (primo rigore stagionale a favore del Crotone). Dagli undici metri batte Trotta che spiazza il portiere. Pareggio pitagorico e secondo gol stagionale del crotoniate. Il capolavoro a favore del Crotone arriva al minuto sessantanove con Budimir che porta in vantaggio la sua squadra. Doppietta serale e terzo gol stagionale dell’attaccante. Crotone formato 4-5-1, dopo l’ingresso di Izco al posto di Trotta, tiene bene il campo sotto la continua pressione del Bologna. Prima vittoria stagionale del Crotone fuori casa e tre punti importantissimi in chiave salvezza.