Apocalisse su Livorno: 7 morti sterminata la famiglia Ramacciotti

Livorno piange 7 morti. Quattro vittime sono state trovate in uno scantinato di via Nazzario Sauro, un altro è stato trovato in via della Fontanella, sulle colline della città. Una sesta vittima sull’Aurelia per un incidente stradale con l’auto investita dal fango. L’ultimo corpo ritrovato è di un uomo di 74 anni il cui cadavere era in via Sant’Alò, dove, in precedenza si cercavano i dispersi.

Maltempo Livorno

Le quattro vittime recuperate nella villetta

Appartengono alla stessa famiglia: il padre di 37 anni, la moglie di 35, il bambino di 4 anni ed il nonno, di 65 anni, salva invece la sorellina di 15 anni. Il nonno è morto da eroe. Era riuscito a trarre in salvo la nipote più grande, ed era poi tornato indietro per salvare il nipote più piccolo, ma non ce l’ha fatta. Le vittime della villetta sono Simone Ramacciotti (37 anni), la moglie Glenda, il figlio Filippo di appena 4 anni e il nonno di quest’ultimo, Roberto (65 anni). Sono tutti morti annegati. Il nonno Roberto è riuscito a salvare l’altra figlia della coppia, Camilla di 3 anni, ma poi non ce l’ha fatta ed è morto pure lui. Simone e Roberto Ramacciotti sono molto noti ad Empoli, agenti della compagnia di assicurazioni Generali che ha sede in via Carrucci. Il nonno Roberto è agente storico dell’agenzia empolese, da trent’anni ne era il titolare.

Lascia un commento