Industria 4.0. Bando in Toscana per aiutare micro, piccole e medie imprese e professionisti

Prorogata al 25 settembre la scadenza per presentare le domande su due bandi aperti dalla Regione Toscana per aiutare micro, piccole e medie imprese e (per la prima volta) liberi professionisti a indirizzarsi verso Industria 4.0.

I due bandi aperti lo scorso 10 luglio sono cofinanziati dal Programma operativo regionale (Por) del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) 2014-2020. La chiusura originaria era stata fissata per l’8 settembre, adesso ci saranno oltre 2 settimane in più per la presentazione dei progetti.

I due bandi prevedono anche una riserva per i progetti MEDTECH, pari a 3 mln di euro (1,2 sul bando 1 e 1,8 sul bando 2), costituita per metà risorse del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) e per metà con risorse del Fondo sanitario. L’aiuto viene concesso nella forma del contributo in conto capitale. I bandi finanziano progetti di investimento in R&S, market oriented e prossimi alla fase di applicazione e di produzione, che prevedano un alto grado di innovazione. Priorità sarà data ai progetti che prevedono investimenti in tecnologie digitali Industria 4.0.

Soggetti beneficiari: per il bando 1, le grandi imprese in cooperazione con almeno 3 micro, piccole e medie imprese, con o senza organismi di ricerca, pubblici e privati; per il bando 2, singole MPMI o in cooperazione tra loro (minimo 3), con o senza organismi di ricerca, pubblici e privati. L’accesso ai finanziamenti è esteso ai liberi professionisti.

Le domande potranno essere presentate esclusivamente on-line accedendo al sistema informatico di Sviluppo Toscana S.p.A. entro le ore 17 del 25 settembre 2017.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin