Napoli. Trovato a Ponticelli il cadavere di Vincenzo Ruggiero

In un fondo di via Scarpetta, nel quartiere Ponticelli, Napoli orientale, è stato trovato un cadavere. Sarebbe il corpo di Vincenzo Ruggiero. Sono giunti i Carabinieri di Aversa insieme ai colleghi del luogo.

Il corpo non è stato al momento identificato. Sarebbe quello di Vincenzo Ruggiero, l’attivista gay di Parete ucciso per un raptus di gelosia. Sarà il medico legale ad accertare l’identità del cadavere, in avanzato stato di decomposizione.

Per l’omicidio del ventenne è in carcere il reo confesso Ciro Guarente. L’uomo è stato arrestato sabato e ha raccontato di aver agito perché riteneva che il compagno trans Heven Grimaldi, avesse iniziato una relazione con Ruggiero.

Da sabato gli inquirenti avevano intensificato le ricerche del corpo che Guarente ha raccontato di aver gettato in mare in località Licola.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento