I “fascisti” entrano in consiglio comunale a Sermide-Felonica con Fiamma Negrini

I Fasci del lavoro, ispirati alla Repubblica Sociale Italiana, fanno il loro ingresso in consiglio comunale a Sermide-Felonica. E’ successo dopo 4 elezioni comunali. Dopo le polemiche, il prefetto di Mantova, d’intesa con gli Interni e la Corte di appello di Brescia, ha revocato la commissione che ha ammesso la lista. La lista fascista ha ottenuto un seggio in consiglio con il 10.42%.

Fiamma Negrini

Tanto rumore per nulla

Claudio Negrini, leader dei Fasci, padre della candidata sindaco Fiamma Negrini, 20 anni, studentessa di Lingue a Padova, non si capacita delle polemiche che hanno investito anche il Parlamento. Non sa ancora se in consiglio vorrà entrare sua figlia o lascerà a lui l’onore. “Noi abbiamo sposato una protesta, quella dei residenti che non volevano la chiusura dell’argine alle macchine. E la gente ha premiato il nostro coraggio di metterci contro la decisione del Comune”. Negrini è disposto a cambiare il simbolo. “Avremmo preso anche più voti se l’avessi tolto prima delle elezioni. Senz’altro lo modificherò il prossimo mandato, se dà così fastidio”.

9 su 10 da parte di 34 recensori I “fascisti” entrano in consiglio comunale a Sermide-Felonica con Fiamma Negrini I “fascisti” entrano in consiglio comunale a Sermide-Felonica con Fiamma Negrini ultima modifica: 2017-06-13T02:47:58+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento