I “fascisti” entrano in consiglio comunale a Sermide-Felonica con Fiamma Negrini

I Fasci del lavoro, ispirati alla Repubblica Sociale Italiana, fanno il loro ingresso in consiglio comunale a Sermide-Felonica. E’ successo dopo 4 elezioni comunali. Dopo le polemiche, il prefetto di Mantova, d’intesa con gli Interni e la Corte di appello di Brescia, ha revocato la commissione che ha ammesso la lista. La lista fascista ha ottenuto un seggio in consiglio con il 10.42%.

Fiamma Negrini

Tanto rumore per nulla

Claudio Negrini, leader dei Fasci, padre della candidata sindaco Fiamma Negrini, 20 anni, studentessa di Lingue a Padova, non si capacita delle polemiche che hanno investito anche il Parlamento. Non sa ancora se in consiglio vorrà entrare sua figlia o lascerà a lui l’onore. “Noi abbiamo sposato una protesta, quella dei residenti che non volevano la chiusura dell’argine alle macchine. E la gente ha premiato il nostro coraggio di metterci contro la decisione del Comune”. Negrini è disposto a cambiare il simbolo. “Avremmo preso anche più voti se l’avessi tolto prima delle elezioni. Senz’altro lo modificherò il prossimo mandato, se dà così fastidio”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin