Totò Riina verso la scarcerazione

La Corte di Cassazione in relazione a Totò Riina scrive che il “diritto a morire dignitosamente” va assicurato a ogni detenuto. Per le toghe bisogna verificare se il capo dei capi di Cosa Nostra possa ritenersi soggetto pericoloso ad 86 anni e viste le condizioni di salute pessime in cui versa.

Riina

Toccherà ora al tribunale di sorveglianza di Bologna decidere sulla richiesta di differimento della pena, istanza finora sempre respinta.

Lascia un commento