Roma. La sindaca Raggi chiude i campi rom: si parte con La Barbuta e Monachina

Roma “saranno superati i campi rom. Iniziamo chiaramente con due campi, La Barbuta e Monachina“. Ad annunciarlo la sindaca Virginia Raggi spiegando che chiudendo i campi rom, “fermiamo la mangiatoia che per troppi anni c’è stata sui campi da parte della criminalità e anche di mafia capitale”.

Patto tra Rom capofamiglia e Campidoglio

“Il percorso che si intende percorrere a Roma poggia su 4 assi: scolarizzazione, occupazione, salute, abitazione. Sono previste per questo misure temporanee di sostegno alle persone Rom Sinti e Caminanti in condizioni di fragilità che accompagnino il processo di superamento dei campi – ha comunicato la grillina -. Per ciascuna persona o famiglia dovrà essere sottoscritto un Patto di Responsabilità con Roma Capitale da parte del capofamiglia che definisce diritti e doveri”.

“Era dal 1996/1997 – ha aggiunto – che non si faceva un censimento dei campi, il che fa capire la situazione grigia che c’è stata. Sono previsti protocolli con la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Entrate per esaminare le situazioni patrimoniali delle famiglie, siamo al lavoro anche su accordi con autorità estere. Infine per l’attuazione e la supervisione del Piano sarà ricostituito e rinforzato l’ufficio rom: nei prossimi giorni emetterò l’ordinanza, che è al vaglio in queste ore”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma. La sindaca Raggi chiude i campi rom: si parte con La Barbuta e Monachina Roma. La sindaca Raggi chiude i campi rom: si parte con La Barbuta e Monachina ultima modifica: 2017-05-31T15:49:06+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento