Salò mette al bando la richiesta di elemosina

Giampietro Cipani ha fatto affiggere manifesti lungo le vie di Salò per condannare l’accattonaggio come “indecoroso per la città ed umiliante per coloro che lo praticano”. “Favorire l’accattonaggio – scrive il sindaco – non aiuta ma impedisce e ostacola la creazione di un servizio di accoglienza degno di un paese civile”.

Per il sindaco di Salò “il fenomeno si è aggravato pesantemente negli ultimi anni a causa del problema legato all’immigrazione”.

I servizi sociali del Comune quotidianamente offrono pasti gratuiti. L’amministrazione è pronta a donare 4500 euro alla Caritas locale “per sostenere le persone bisognose”.

Lascia un commento