Perchè investire in Web Marketing è la risposta del futuro

L’importanza di essere presenti e visibile nel mercato digitale è ben esplicata nel report di Osservatori.net – Digital Innovation, organismo di ricerca del Politecnico di Milano.

perche promuover un sito web

“Il contesto in cui i retailer si trovano ad operare sta cambiando profondamente. Da un lato la congiuntura economica negativa degli ultimi sei anni ha generato una progressiva diminuzione dei consumi (-0,9% rispetto ai primi nove mesi del 2013). Dall’altro, i comportamenti di acquisto dei consumatori si stanno modificando, sotto la spinta della rivoluzione digitale. In particolare esplode il fenomeno Mobile: in Italia nel 2014 si contano 45 milioni di smartphone e 11 milioni di tablet. Il 90% circa degli utenti smartphone utilizza il device all’interno del punto vendita e di questi il 42% lo usa per confrontare prezzi, il 30% per inviare messaggi o foto relative agli acquisti e il 25% per cercare informazioni aggiuntive sui prodotti appena visti.”

Queste osservazioni, ormai datate al 2014, sono comunque rappresentative di una tendenza in espansione e ormai irreversibile. Infatti le cifre si riferiscono ad un panorama dove dove su 45 milioni di smartphone, ben il 90% dei possessori hanno cambiato le loro abitudini di consumo radicalmente.

Alla luce di queste considerazioni non possiamo più sottovalutare l’importanza del marketing digitale per promuovere un sito web sia nel retail, sia che forniamo prodotti e servizi alle aziende.

Infatti si stima che nel 2015 gli introiti pubblicitari diretti al circuito digitale ammontino al 29% dei fondi totali. In uno scenario dove le televisioni la fanno ancora da padrone (45%) e la carta stampata ha ormai ceduto definitivamente il passo (17%).

Per il 2016 il trend è rimasto in crescita e gli investimenti pubblicitari nel marzo 2016 sono stimati ad una crescita di circa il 10%. (Dati Nielsen*)

Nonostante la crescita in Italia sia ridotta, le percentuali di investimento pubblicitario sono in piena espansione.
Così come si stanno evolvendo le abitudini dei consumatori italiani e il mercato pubblicitario, è fondamentale prendere confidenza con questi nuovi strumenti a disposizione delle aziende.

Perchè alle piccole e grandi aziende conviene investire in pubblicità online?

Per quanto riguarda l’e-commerce, tipicamente lo shopping che si fa nei grossi portali come Ebay e Amazon, i dati sono chiari.
Nel 2015 l’e-commerce in Italia ha visto una ripartenza della crescita che è più che raddoppiata sull’anno precedente, arrivando al 19%, e facendo raggiungere al fatturato e-commerce italiano quasi i 29 miliardi di Euro. (Fonte: Casaleggio Associati***)

Sempre Casaleggio Associati stima che il mercato degli acquisti online in un arco di tempo compreso fra il 2004 e il 2014 è cresciuto per una percentuale superiore a 20 volte. Oggi il trend è ancora in crescita e il mercato si sta ampliando anche ad altri attori economici, i cui portali stanno crescendo molto.

Secondo Human Highway* quasi il 61% degli utenti di internet in Italia ha effettuato acquisti on line. Vale a dire che circa 18 milioni di italiani nel 2016 ha acquistato un bene online e di questi più di 12 milioni sono acquirenti abituali. Almeno una volta al mese ciascuno di loro fa un ordine in internet.

Sempre Human Highway stima che nel 2015 il 55% di chi possiede uno smartphone, lo utilizzi per cercare recensioni, informazioni e prodotti alternativi. Considerata l’amplissima distribuzione di smartphone (il 92% degli italiani ne possiede uno) possiamo dire che circa 1 italiano su 2, prima di fare un acquisto di una certa importanza, verifica il prodotto in rete.

La rivoluzione digitale tocca anche le imprese che forniscono servizi ad altre aziende

Ormai i social network sono entrati pienamente nella quotidianità degli italiani. Uno strumento utilissimo per le aziende è LinkedIn. I responsabili delle risorse umane contano ormai stabilmente sul social professionale per individuare candidati di qualità, così cominciano a fare anche i responsabili marketing delle grandi aziende.

Ma internet è una grande risorsa per tagliare i costi della pubblicità in generale, offrendo strumenti importanti per l’e-mail marketing e per la pubblicità mirata, come Adwords, che permette di pagare solo in base ai clic che si ricevono, proponendo i contenuti a utenti selezionati in base agli interessi.

Per tutti questi motivi, la scelta di aprire un canale online non può che essere una scelta che guarda al futuro.

*Nielsen Company, istituto di ricerche economiche internazionali.
** Marzo 2016 Il ruolo del digitale negli acquisti degli italiani. Una ricerca di Human Highway per Paypal promossa con il Consorzio Nettcom
*** Casaleggio Associati, Istituto di consulenza per le strategie digitali.

Lascia un commento