Lavorare da casa con il forex trading

trading online guidaLavorare da casa per arrotondare lo stipendio: una moda sempre più crescente tra gli Italiani nel 2016. Ed è un fenomeno che continuerà a crescere con il passare del tempo. I motivi per spiegare come mai sempre più persone incominciano a lavorare da casa sono vari. Da una parte vi sono ancora gli strascichi della crisi finanziaria, dall’altra la difficoltà nel trovare nuovi lavori (o un lavoro che abbia una paga decente).

Spesso però chi lavora da casa lo fa semplicemente per arrotondare lo stipendio, perché magari è ancora uno studente universitario; oppure un genitore che deve mantenere la famiglia, e vorrebbe guadagnare di più a fine mese, oltre al lavoro quotidiano che già ha. Inoltre, lavorare da casa significa sicuramente avere accesso a molte altre possibilità di lavoro e nuovi potenziali clienti da tutto il mondo.

In questo nostro articolo vogliamo soffermarci su un lavoro che sta diventando sempre più apprezzato da migliaia e migliaia di Italiani: il trading online. Sono sempre di più le persone che decidono di fare soldi con il trading, un lavoro che può essere svolto completamente online. Tramite il trading online è possibile sia investire sui mercati finanziari, sia speculare sulle variazioni di prezzo di titoli azionari, indici azionari, coppie di valute, materie prime.

Guadagnare con il trading online

Il trading online è un’attività che può portare sicuramente molte soddisfazioni, e anche profitti se svolta nella giusta maniera. E’ errato pensare che il trading online sia un po’ come il mondo dei balocchi: ovvero, se pensate di diventare ricchi sfondati nel giro di qualche mese, siete completamente fuori strada.

Il trading online richiede tempo e dedizione per apprendere le basi del trading, ma anche per fare molta pratica. E’ bene specificare che vi sono differenti tipi di trading online, ognuno con le sue regole, come:

  • Trading azionario
  • Trading CFD
  • Trading Forex
  • Trading opzioni binarie

Indipendentemente dal tipo di trading che sceglierete, dovrete sempre e comunque studiare l’analisi tecnica, l’analisi fondamentale ed imparare ad interpretare i grafici finanziari. Per fortuna, oggi giorno la maggior parte di queste informazioni possono essere trovate gratuitamente in rete su siti dedicati alla finanza, su e-book e pdf (o sotto forma di corsi online e video).

Fare soldi con il trading: possibile con il giusto broker

Se volete fare trading online, dovrete scegliere un broker presso cui registrarvi. Un broker è un intermediario tra voi ed i mercati finanziari. Si occupa di gestire i vostri ordini e vi mette a disposizione una piattaforma di trading. Quando aprirete un account di trading presso un broker, dovrete depositare dei soldi (per fare trading). Ovviamente, quando guadagnerete potrete poi prelevare i vostri profitti.

La scelta del broker risulta fondamentale, perché tramite il giusto broker aumentano le vostre possibilità di successo nel trading online. Un buon broker vi mette a disposizione una piattaforma di trading stabile e facile da utilizzare. Oltre alla possibilità di utilizzare un account demo, che sarebbe un account tramite il quale fare trading utilizzando soldi virtuali. Insomma, un account demo vi permette di fare pratica senza rischiare soldi reali.

Per esempio, il broker CFD Plus500 mette a disposizione dei suoi clienti account demo gratuiti e un bonus di registrazione pari a €25. Ma non basta avere una buona piattaforma di trading e la possibilità di utilizzare account demo. Bisogna sempre e comunque ricercare pareri, opinioni e recensioni sul broker che si vuole scegliere.

Nel nostro caso quindi, dovremo leggere su blogfinanza.com una recensione Plus500, così come ricercare pareri e opinioni su differenti siti e forum dedicati al mondo della finanza. Per avere una sicurezza maggiore, potete anche provare a contattare direttamente il supporto clienti offerto dal broker: potrete così farvi un’idea del personale del broker, per capire se si tratta di gente affidabile e preparata.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin