Kandersteg, dopo Uli Emanuele e Alexander Polli morto anche il base jumper meranese Armin Schmieder

Ancora un incidente mortale in Svizzera questa volta nel piccolo comune di Kandersteg nel Canton Berna. Il base jumper italiano si è lanciato nel vuoto dall’Alpschelehubel, 50 km a sud di Berna. Ha avuto delle difficoltà e si è schiantato al suolo.

tuta alare

Morti altri due basejumper italiani nel corso della settimana

Il 17 agosto a Lauterbrunnen, poco più di 50 km da Kandersteg, aveva perso la vita Uli Emanuele, ventinovenne altoatesino finito contro una parete di roccia.

Durante un lancio a Chamonix, il 22 agosto era morto l’italo-norvegese Alexander Polli, 31 anni, che si era schiantato contro un albero.

Morto il basejumper altoatesino Armin Schmieder

L’uomo di 28 anni, originario di Merano, aveva appena indossato la tuta alare e si era gettato nel vuoto per fare delle riprese che avrebbe dovuto pubblicare su Facebook.  Stava girando un video per la Go-Pro.

Armin Schmieder si era buttato dall’Alpschelehubel sopra l’abitato di Kanderstegì. La montagna è molto frequentata dai basejumper di tutta Europa, e sono già stati molti gli incidenti mortali.

9 su 10 da parte di 34 recensori Kandersteg, dopo Uli Emanuele e Alexander Polli morto anche il base jumper meranese Armin Schmieder Kandersteg, dopo Uli Emanuele e Alexander Polli morto anche il base jumper meranese Armin Schmieder ultima modifica: 2016-08-26T21:20:27+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone

Lascia un commento