La Cina ha ufficializzato le stime di crescita in rallentamento

Le previsioni per il 2016 sono pari al 6,5-7%. Il gigante asiatico ha stabilito la soglia minima “ad almeno il 6,5%”,dopo un 2015 chiuso con un +6,9% e al tasso più basso degli ultimi 25 anni.

Il premier Li Keqiang, nel discorso di apertura del Congresso nazionale del popolo, ha affermato di voler accelerare sulle riforme, anche dolorose, in modo da spingere produttività e salari.

Li Kequiang

Lascia un commento