Turista di Chioggia finisce in carcere in Thailandia, aveva delle pastigle di Xanax

Il libero professionista veneto di 47 anni era partito per l’antico Siam assieme alla sua compagna e a un’altra coppia di amici. I quattro non si sono trovati bene nella pensione dove erano alloggiati e avevano così deciso di cambiare alloggio. Ne sarebbe sorta una discussione con l’albergatore ed  è arrivata anche la Polizia thailandese. Durante i controlli un agente all’interno del passaporto del turista veneziano avrebbe trovato alcune pastiglie di Xanax, un normale tranquillante, ma in Thailandia è considerata una droga. Il cinquantenne è stato così portato in  cella. La sua compagna ha cercato di contattare l’ambasciata italiana trovando però problemi.

Pagando prima duemila euro di cauzione e quindi, come racconta, alcune “busterelle”, è riuscito  ad avere un processo che si è concluso  con 250 euro di multa. L’uomo è rimasto in prigione 3 giorni.

9 su 10 da parte di 34 recensori Turista di Chioggia finisce in carcere in Thailandia, aveva delle pastigle di Xanax Turista di Chioggia finisce in carcere in Thailandia, aveva delle pastigle di Xanax ultima modifica: 2016-02-09T19:41:23+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1

Lascia un commento