Istruzione e formazione professionale: in VdA parte la sperimentazione dei nuovi percorsi triennali dall’anno scolastico 2016/2017

Nella seduta di oggi, venerdì 8 gennaio, la Giunta regionale ha approvato gli indirizzi e le modalità di attuazione per l’avvio, dall’anno scolastico 2016/2017, della  sperimentazione dei nuovi percorsi triennali di Istruzione e formazione professionale.

Attraverso questa sperimentazione si intende offrire ai ragazzi in uscita dalla terza media una scelta più ricca tra i percorsi possibili per il proseguimento degli studi e della formazione.

Ai consolidati percorsi del sistema liceale e degli istituti tecnici e professionali si affianca una articolata proposta di corsi orientati alla acquisizione di una qualifica professionale, in aggiunta a quelli già attivi presso l’Institut Agricole Régional,  l’Istituzione scolastica Corrado Gex di Aosta e l’IPIA Don Bosco di Chatillon,  nell’ambito dei percorsi di istruzione professionale quinquennale.

L’Assessore alle Attività produttive, energia e politiche del lavoro Raimondo Donzel dichiara: «Prioritario nella stesura progettuale del nuovo sistema è stata la definizione di un’offerta quanto più possibile vicina alle caratteristiche e ai fabbisogni professionali del territorio, promuovendo un confronto continuo con le parti sociali e un coinvolgimento attivo del sistema produttivo, sia nella scelta dei profili formativi che nella costruzione, nella gestione e nella valutazione dei percorsi. E’ questa quindi una importante sperimentazione che risponde ad attitudini ed interessi di quei giovani indirizzati ad una formazione immediatamente spendibile nel mondo del lavoro valdostano. Era necessario costruire un sistema rispondente alle esigenze di una Valle d’Aosta che deve volgere lo sguardo al futuro e che deve confrontarsi con una nuova concezione del mercato del lavoro. Si tratta di una riforma significativa che dà pari dignità alla Formazione professionale in un nuovo sistema di IeFP, che consente ai ragazzi di apprendere valorizzando le attitudini individuali e risponde all’esigenza di cogliere le profonde trasformazioni del mercato del lavoro che hanno investito anche la Valle d’Aosta. E soprattutto è la precondizione per l’istituzionalizzazione di un sistema duale, che forte delle esperienze di Bolzano, Trento e della Svizzera, favorirà l’attivazione del quarto anno, con diploma professionale, e a seguito di intese con il MIUR, dell’attivazione del corso annuale utile ai fini dell’accesso all’esame di Stato, sempre all’interno del canale della Formazione Professionale ».

«Mettere a disposizione un sistema di offerta coerente con le caratteristiche e i bisogni dei giovani, è questo il principio seguito dal Governo regionale con la creazione del nuovo sistema di istruzione e formazione professionale – spiega l’Assessore all’Istruzione e Cultura Emily Rini – , che si articola su due assi: da un lato il raggiungimento degli standard di sapere per la costruzione di un bagaglio culturale destinato ad un più adeguato vivere sociale, dall’altro l’acquisizione di tecniche professionali utili ad un più rapido inserimento nel mercato del lavoro. Si sancisce così un’effettiva parità dei diversi canali dell’offerta, che verrà promossa tra le famiglie e i ragazzi attraverso la conoscenza delle diverse opportunità, sostenendo i processi di scelta attraverso interventi di orientamento. Una offerta formativa più articolata e attenta alle differenze individuali può inoltre contribuire a fronteggiare la dispersione scolastica, senza rinunciare agli obiettivi di crescita educativa e culturale dei giovani maggiormente orientati al  lavoro. La possibilità di assolvere l’obbligo scolastico nei percorsi di Formazione e Apprendistato amplia e differenzia l’offerta formativa in favore dei giovani, rispondendo anche alle esigenze di una maggiore distribuzione territoriale dei corsi».

I nuovi percorsi hanno durata triennale e consentono, oltre all’assolvimento dell’obbligo di istruzione, il conseguimento di una tra le seguenti qualifiche professionali:

– Operatore elettrico

– Operatore termoidraulico

– Operatore del benessere – Indirizzo Estetica

– Operatore del benessere –  Indirizzo Acconciatura

– Addetto alle vendite

Le proposte formative triennali sperimentali verranno realizzate presso il  sistema dell’istruzione – Istituzioni scolastiche  tecniche  e professionali regionali Corrado Gex di Aosta e Enrico Brambilla di Verrès –  e presso il  sistema della formazione professionale – enti di formazione professionale accreditati.

I percorsi triennali hanno una forte caratterizzazione professionalizzante, realizzata attraverso un incremento, rispetto ai curricoli ordinari,  delle  ore (teoria e pratica) dedicate allo sviluppo delle competenze professionali riferite alla qualifica.

Inoltre ampio spazio sarà riservato alla realizzazione di attività di stage presso le imprese.

Nel percorso per addetto alle vendite, in particolare,  sarà ulteriormente incrementato il volume delle ore destinate alle attività di alternanza formazione-lavoro, anche con l’obiettivo di utilizzare le opportunità offerte dal nuovo contratto di Apprendistato per la qualifica.

La sperimentazione assume una valenza più generale di innovazione del sistema complessivo di istruzione e formazione regionale e, pertanto, la sua attuazione sarà accompagnata da una attività di coordinamento e monitoraggio che vedrà coinvolti, oltre alle Strutture regionali competenti, le Istituzioni scolastiche e formative interessate e le parti sociali. A tal fine la  stessa deliberazione prevede l’istituzione di un apposito gruppo di coordinamento.

9 su 10 da parte di 34 recensori Istruzione e formazione professionale: in VdA parte la sperimentazione dei nuovi percorsi triennali dall’anno scolastico 2016/2017 Istruzione e formazione professionale: in VdA parte la sperimentazione dei nuovi percorsi triennali dall’anno scolastico 2016/2017 ultima modifica: 2016-01-08T12:43:57+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento