Un giorno per la nostra città con l’F.C. Crotone Calcio. All’Istituto Rosmini tifo da stadio da parte dei ragazzi all’arrivo dei giocatori

rossoblùMetti l’evento “un giorno per la nostra città con la Fc Crotone” evento che fa incontrare giocatori fuori dalla stadio con i ragazzi, e l’aula Magna dell’Istituto “Rosmini” si trasforma in un vero settore da stadio quando i tantissimi ragazzi presenti hanno visto entrare nell’aula alcuni rossoblù quali Cordaz, Modesto, Claiton, Tounkara, Yao.

Ad accompagnare i giocatori il responsabile del settore giovanile Gino Porchia e l’addetto stampa Luciano Ierardi.

Ogni giocatore è stato circondato da tanti ragazzi che chiedevano l’autografo. Non solo bambini, al loro seguito i genitori che si facevano fotografare con il figlio e il giocatore. Una vera bolgia di quelle che si notano a fine stagione quando si vince il campionato. Insieme ai pitagorici presenti l’Assessore allo sport, alle politiche sociali, Claudio Molè e Filippo Esposito e naturalmente a fare gli onori di casa il dirigente dell’Istituto Ida Sisca. Il più festeggiato tra i rossoblù il portiere “saracinesca” Alex Cordaz essendo padre da pochi giorni per la prima volta.

i presenti al rosminiA tal proposito l’Assessore Esposito ha voluto sottolineare il gesto di cortesia del rossoblù nel fare nascere sua figlia nella città di Pitagora.

Tanto affetto e tanto tifo ha emozionato i ragazzi di Raffaele e Giovanni Vrenna. Qualche battuta a proposito del Crotone capolista rivolta ai rossoblù non poteva mancare. Yao: “la classifica non la guardiamo, il nostro pensiero è continuare a fare bene come stiamo facendo. Sapere che squadre come Cagliari e Cesena sono dietro al Crotone ci inorgoglisce e ci stimola a continuare su questa strada”. Capitan Claiton: “con questi giovani tifosi ogni traguardo è possibile. Essere il motivo di tanto entusiasmo è un motivo in più per lottare con maggiore forza per non abdicare dalla parte alta della classifica”. Tounkara, tornato in campo contro il Livorno negli ultimi minuti, “mi avevano parlato dell’entusiasmo che esiste a Crotone attorno alla squadra, constatarlo di persona è ancora più esaltante. Sabato scorso ho ripreso confidenza con il terreno di gioco nei minuti finali, ma ciò che più mi ha entusiasmato la larga vittoria ottenuta dai miei compagni contro una forte squadra”.

Un’ottima annata rossoblù che sta dando ottimi frutti in tutti i sensi, dal sociale ai risultati sul campo. La politica locale con riferimento a questi settori può ritenersi soddisfatta e come affermano i giocatori a propositi dei successi: un motivo in più per fare meglio, anche i politici prendano ad esempio queste positività per fare meglio nei confronti di una città che,

oltre allo sport e sociale, accusa notevoli ritardi.

“Un giorno per la nostra città” si tiene in contemporanea nelle ventidue città le cui squadre militano in serie “B” con il patrocino dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), dell’Associazione Italiana Calciatori (AIC) e dell’Associazione Italiana Allenatori Calcio (AIAC).

Una iniziativa attraverso la quale la Lega Serie B intende percorrere la strada indicata dal “Manifesto per il Rispetto”, il modello di sintesi dei principi ispiratori e parte integrante del codice etico della Lega stessa che indica il rispetto come una delle forme attraverso le quali far crescere il livello di reputazione delle singole comunità.

Il primo incontro ha avuto come tema “i bambini, le giovani mamme, le giovani donne: il rispetto per il futuro ed i valori da recuperare”

9 su 10 da parte di 34 recensori Un giorno per la nostra città con l’F.C. Crotone Calcio. All’Istituto Rosmini tifo da stadio da parte dei ragazzi all’arrivo dei giocatori Un giorno per la nostra città con l’F.C. Crotone Calcio. All’Istituto Rosmini tifo da stadio da parte dei ragazzi all’arrivo dei giocatori ultima modifica: 2015-10-20T21:48:43+00:00 da Giuseppe Livadoti
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento