Roma, a Ottaviano la fonte del pellegrino

Roma casa acqua ottavianoNuova Casa dell’Acqua Acea presso la metro A Ottaviano, l’undicesima di quelle entrate in funzione a Roma, strategicamente collocata sul percorso giubilare per San Pietro (come le precedenti alla stazione metro Cipro e a viale Giulio Cesare; e come le prossime, a Castel Sant’Angelo e alla stazione FS San Pietro).

Disseterà pellegrini, turisti (e i romani, ovviamente) con l’acqua di Roma, già buona, migliorata con le tecniche di trattamento: liscia o frizzante, refrigerata, microfiltrata, residuo fisso intorno a 400 milligrammi. Una mediominerale leggera, insomma. Per conoscerne ogni caratteristica, vedi la scheda sul sito Acea.

La “fonte del pellegrino”, munita d’un look specifico (la “livrea” è quella, ormai simbolica della Città Eterna, dei punti d’informazione turistica), è stata inaugurata alla presenza dell’assessore Maurizio Pucci (Lavori Pubblici, coordinamento del Giubileo per Roma Capitale), del presidente di Acea Ato2 Paolo Saccani e di autorità del I Municipio.

La nuova Casa dell’Acqua si trova “su uno degli snodi logistici più importanti del Giubileo”, sottolinea l’assessore Pucci: “da qui i pellegrini, che arriveranno attraverso le due fermate della metro (Lepanto e Ottaviano) potranno raggiungere a piedi, attraverso un percorso pedonale protetto, San Pietro”.

“Nei prossimi giorni”, preannuncia poi l’Assessore, “partiranno le procedure per la gara di ripristino e riqualificazione dei bagni pubblici, che riguarderà tra l’altro anche piazza Risorgimento”. E in tema di percorsi giubilari “in via Ottaviano saranno allargati gli spazi riservati ai pellegrini e delimitati con elementi di arredo urbano”.

Intanto l’Assessorato ai Lavori Pubblici rende noto che nei prossimi giorni partono le procedure per ulteriori tre gare riguardanti i lavori del Giubileo, dopo le prime cinque già avviate. Questi gli interventi messi a bando: via Zanardelli, manutenzione straordinaria e riqualificazione di marciapiedi, rete viaria e caditoie. Importo netto, circa 479mila euro. Via Banco di Santo Spirito, manutenzione straordinaria e rifacimento manto stradale in selciato, allargamento marciapiede e manutenzione  caditoie. Importo 503.451 euro. Ripristino e attivazione di otto bagni pubblici, importo 970mila euro. Tutti gli interventi termineranno entro dicembre 2015.

Le cinque gare già partite: 1) viale America, tratto soprastante la stazione Eur Fermi. Manutenzione straordinaria pavimentazione stradale e marciapiedi. Importo netto dei lavori, 970mila euro. 2) Via Appia Antica (da porta San Sebastiano a Cecilia Metella). Manutenzione straordinaria pavimentazione, marciapiedi, caditoie, segnaletica. Importo netto, 960mila euro. 3)Via delle Mura Latine – viale di Porta Ardeatina. Manutenzione straordinaria pavimentazione, marciapiedi, caditoie e segnaletica. Importo netto, 970mila euro. 4) Piazzale Ostiense e piazza di Porta San Paolo. Manutenzione straordinaria pavimentazione, marciapiedi, caditoie e segnaletica. Importo netto, 910mila euro. 5) Percorsi giubilari, ripristino pavimentazione e abbattimento barriere architettoniche. Importo netto, 965mila euro.

Per queste cinque gare è imminente la scelta delle ditte vincitrici e i lavori termineranno entro dicembre 2015. In vista una riunione con i Municipi e le aziende coinvolte, per concordare modalità dei cantieri ed eventuali modifiche alla mobilità. D’intesa con il Campidoglio, le imprese che lavorano per il Giubileo sono sottoposte al vaglio dell’Autorità Nazionale Anti Corruzione. Man mano che l’Anac effettuerà i suoi controlli, si procederà all’indizione delle altre gare.

Per quanto riguarda i percorsi giubilari, precisa poi l’Assessorato, gli interventi saranno numerosi ed eseguiti in diverse zone della città. Obiettivo, agevolare il flusso pedonale di pellegrini e turisti e migliorare la sicurezza. Gli spazi pedonali saranno riorganizzati con elementi di arredo (parapedonali, fioriere) e lungo tutti i percorsi si interverrà sulla segnaletica, sia di sicurezza che turistico-culturale (indicazione di luoghi e monumenti importanti).

Questi, in dettaglio, gli interventi lungo le vie pedonali dei pellegrini: metro Ottaviano, allargamento spazi pedonali e manutenzione marciapiedi. Stazione San Pietro, installazione segnaletica di orientamento e di elementi di arredo (parapedonali per evitare la sosta selvaggia).Terminal Gianicolo, nuova segnaletica. Chiese di San Giovanni dei Fiorentini e Santo Spirito in Sassia: ampliamento e manutenzione marciapiedi, manutenzione attraversamenti, nuovi percorsi pedonali. Chiesa di San Salvatore in Lauro: restringimento della carreggiata centrale di via della Conciliazione per creare percorsi pedonali fino al colonnato, utilizzando parapedonali rimuovibili. Largo Giovanni XXIII, ripristino pavimentazione e interventi per facilitare i flussi di traffico. Chiesa di Santa Maria in Vallicella: allargamento marciapiedi, creazione spazi pedonali con elementi di arredo. Sosta bus turistici in via Cardinal Micara, sistemazione segnaletica. “Via Papalis”: creazione attraversamenti pedonali e ampliamento flusso pedonale installando parapedonali sulla carreggiata. Chiesa di Santa Maria Maggiore e Carcere Mamertino, nuovo arredo urbano e segnalazioni orizzontali.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento