Parma, il sindaco Federico Pizzarotti a cena con 36 profughi

La cena si è svolta in una ex scuola che li ha accolti. “E’ un segno di vicinanza, solidarietà e condivisione, anche per conoscere le loro storie – spiega – e per testimoniare loro che l’immagine della città non è solo quella che hanno avuto dalle manifestazioni contrarie alla loro presenza”.

Con lui, il presidente della Croce Rossa di Parma, Giuseppe Zammarchi, volontari, il viceprefetto Fernanda Canfora e i consiglieri comunali Bosi e Feci.

Lascia un commento