Entro il 2050 i ghiacciai alpini scompariranno qualora non dovesse cambiare la tendenza

“La superficie è sensibilmente diminuita. In 50 anni abbiamo perso una superficie equivalente a quella di tutta la città di Milano”. Lo ha dichiarato Silvio Seno, geologo e docente dell’Università di Pavia e studioso del fenomeno, alla vigilia del Press Tour che condurrà la stampa sui ghiacciai delle Alpi con i geologi. Ci saranno anche i ricercatori del CNR.

“Porteremo la stampa in esclusiva sui ghiacciai alpini per assistere in diretta ai crolli dei ghiacci e vedere per davvero lo scioglimento in atto – ha proseguito Seno – con una situazione drammatica che causerà una forte riduzione della risorsa acqua e della portata dei fiumi. Faremo vedere dal vivo i crolli, il sistema di monitoraggio, la strumentazione usata dai ricercatori. Tutto questo in anteprima solo per la stampa il 26 Settembre”.

Dal 18 al 25 Ottobre sarà solo Settimana del Pianeta Terra con “più di 600 ricercatori, 320 partner tra Enti di ricerca – ha continuato Seno – Università, Musei, associazioni scientifiche, parchi naturali. Ben 237 eventi in tutta Italia e quasi tutti gratuiti in 180 località diverse. La progettazione e la gestione della Settimana del Pianeta Terra si avvarranno del finanziamento del MIUR. Siamo dinanzi al primo Festival in Europa tutto dedicato al mondo delle Geo – Scienze” .

I Geologi per la prima volta guideranno i giornalisti sul ghiacciaio alpino offrendo l’opportunità di vedere da vicino i crolli di seracchi di ghiaccio.

Seppi (CNR): “Il 26 Settembre porteremo la stampa sul ghiacciaio alpino del Monte Rosa per assistere, filmare, fotografare, in diretta i  crolli attivi di seracchi di ghiaccio.I ghiacciai si stanno riducendo ad un ritmo che non ha precedenti negli ultimi secoli”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Entro il 2050 i ghiacciai alpini scompariranno qualora non dovesse cambiare la tendenza Entro il 2050 i ghiacciai alpini scompariranno qualora non dovesse cambiare la tendenza ultima modifica: 2015-09-12T17:04:53+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento