Palagonia, Mamadou Kamara avrebbe avuto complici italiani

Ne è convinto il Procuratore Giuseppe Verzera, secondo il quale l’assassino ivoriano di 18 anni “può avere avuto contatti con persone di nazionalità italiana, dai quali può aver ricevuto informazioni su un eventuale tesoretto posseduto dalle due vittime”.

Non avrebbe quindi di agito da solo lo straniero accusato dell’omicidio dei coniugi Solano a Palagonia e dello stupro della moglie di Vincenzo Solano, Mercedes Ibanez.

Lascia un commento