I siriani che abbandonano il loro Paese non lo fanno per il governo di Assad ma per colpa di Isis

Ad affermarlo da Vladivostok è il presidente russo Vladimir Putin. “La Russia aveva avvertito della vastità del problema”, causato da come l’Ue ha “ciecamente seguito la politica Usa verso la Siria. I siriani che abbandonano il loro Paese non lo fanno per il governo di Assad ma per colpa di Isis”. Per il leader russo la “crisi dei migranti in Europa” era un evento “prevedibile”.

Per fronteggiare le crescenti minacce rappresentate dal terrorismo bisogna formare una coalizione internazionale contro ogni estremismo. Questa la proposta lanciata da Putin.

Lascia un commento