Senigallia, un incidente in moto avrebbe ucciso Alessando Zamboni

Il barista di 46 anni è stato trovato senza vita sotto casa sua, nella località marchigiana. Secondo il pm, l’uomo sarebbe morto dissanguato per le gravi ferite alla gola. All’ora del rinvenimento, era ancora appoggiato al suo scooter Piaggio, e presentava una profonda lesione ai cavi venosi del collo, provocata forse dall’impatto con la lamiera di un guard-rail o con una barriera acuminata.

E’ questa la prima ricostruzione del sostituto procuratore Rosario Lioniello dopo i rilievi del medico legale e di Carabinieri e Polizia. Sarà ora l’autopsia a stabilire le cause del decesso. Sembrano escluse responsabilità di terze persone, come si era inizialmente ipotizzato. La profonda ferita alla gola sembrava infatti compatibile con armi da taglio.

Lascia un commento