Gorizia, ventenne morto nel fiume Isonzo

A lanciare l’allarme sono stati i profughi che insieme a lui erano accampati nella tendopoli vicino a Gorizia. Dopo ore di ricerche l’elicottero dei Vigili del Fuoco ha individuato il corpo senza vita del pachistano di 23 anni cui si erano perse le tracce. E’ stato avvistato in un’ansa del fiume Isonzo.

Il ragazzo era scomparso mentre si stava lavando sulle rive del fiume. Ad inghiottirlo è stata la corrente. I Vigili del Fuoco hanno passato al setaccio il fiume a bordo di un gommone aiutati dai sommozzatori della Polizia giunti da Trieste fino al drammatico epilogo.

Lascia un commento