Allarme caldo nelle carceri toscane

A denunciarlo è l’associazione radicale Andrea Tamburi di Firenze. I detenuti vengono colpiti da malore a causa del clima torrido di questi giorni e delle temperature elevate, anche negli spazi dell’ora d’aria.

A raccontare quanto accade è stato don Vincenzo Russo, cappellano del carcere di Sollicciano. “In Toscana purtroppo l’emergenza è ordinaria”, dice Massimo Lensi, presidente dell’associazione, che ha chiesto presidi sanitari all’interno degli istituti.

Lascia un commento