Dolo, il sindaco Alberto Polo ha dichiarato l’inagibilità per 132 immobili su 200

Nella lista figurano 90 edifici gravemente lesionati o addirittura da abbattere. Sono tutti concentrati lungo le vie colpite dal ciclone che si è abbattuto con violenza sulla Riviera del Brenta, mercoledì scorso: Carrezzioi, Seriola, Galvani, Tito, Meloni, Fratelli Bandiera, Riviera Martiri della Libertà, località Musatti.

La conta non ancora definitiva degli sfollati nel dolese si ferma a circa 400 e per assicurare loro una sistemazione adeguata l’Amministrazione comunale ha approntato un piano straordinario di ospitalità per 250 persone grazie alla disponibilità di diverse strutture ricettive della zona.

A Cazzago di Pianiga, finora l’unico edifico dichiarato inagibile, per la parte commerciale, è quello del Centro Mythos. Le case danneggiate sono circa 200. Solo lunedì, annuncia il sindaco Massimo Calzavara, si farà una valutazione complessiva nel dettaglio.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento