Allarme per l’esodo di fine luglio all’aeroporto di Fiumicino

Il rogo di due mesi addietro ha ridotto l’operatività dello scalo al 60%. A lanciare l’allarme è il presidente dell’Enac Vito Riggio.

Il deputato del Pd Michele Anzaldo ritiene sia “opportuno che venga valutata attentamente l’ipotesi di chiedere aiuto alle autorità militari, dirottando una parte dei voli su Grosseto, dove si potrebbero attivare da subito 4 voli all’ora, due in entrata e due in uscita, senza creare impedimenti all’attività militare”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento