Roma, tragedia alla Furio Camillo tutti in lacrime per il piccolo Marco di 4 anni

Occhi tristi, commozione e lacrime. Una tragedia immane ha funestato la Capitale in un caldo giovedì di luglio. Un piccolo di 4 anni ha perso la vita dopo essere caduto nella tromba dell’ascensore della stazione Furio Camillo della metro A.

Marco ha fatto un volo di circa dieci il metri. A quanto si è appreso, la mamma, 43 anni, e il piccolo erano rimasti bloccati nell’ascensore che dai tornelli di ingresso porta alla banchina al piano inferiore. L’elevatore era pieno di gente quando si è bloccato. Fra la gente ci sono stati malori e attacchi di panico.

A quel punto sembra, è stato riferito da alcuni soccorritori, che per aiutare le persone a uscire un addetto alla sicurezza abbia forzato e aperto a mano l’ascensore, facendo aprire però in automatico anche le porte sull’altro lato dell’elevatore, da dove il bambino è volato per una decina di metri. La donna è stata soccorsa dal personale del 118 ed è sconvolta.

Sul posto è arrivato anche il sindaco Ignazio Marino che ha parlato con la madre.

I soccorritori hanno raggiunto il corpo del bimbo in fondo alla tromba dell’ascensore a circa 10 metri di profondità. Era completamente buio, hanno preso il corpicino e l’hanno portato fuori all’altezza della banchina. Nulla da fare per Marco. Solo lacrime e disperazione.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, tragedia alla Furio Camillo tutti in lacrime per il piccolo Marco di 4 anni Roma, tragedia alla Furio Camillo tutti in lacrime per il piccolo Marco di 4 anni ultima modifica: 2015-07-09T19:13:16+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento