Roma, Villa Ada partono i lavori per la messa in sicurezza. Riapertura il 21 luglio

Al via i lavori nell’area di Villa Ada chiusa a febbraio, dopo la caduta di quattro alberi, di cui uno su un’area giochi. Nei giorni scorsi, con l’arrivo del parere positivo della Soprintendenza di Stato si è concluso l’iter amministrativo previsto per avviare i lavori. La zona – messa in sicurezza, ripulita dalle ceppaie e dai resti dei lavori, con gli alberi potati e l’erba sfalciata – verrà riaperta e restituita ai cittadini il 21 luglio.

I lavori saranno svolti dal Servizio Giardini che procederà all’abbattimento dei pini a rischio caduta (perché insistenti su una zona tufacea). Le alberature saranno poi sostituite con altre in autunno, stagione più adatta per mettere nuove piante a dimora.

Subito dopo il crollo degli alberi, ha dichiarato l’assessore all’Ambiente di Roma Capitale, Estella Marino, la zona è stata chiusa ed è stato effettuato “un attento e specifico monitoraggio strumentale su ben 300 alberature. Per questi motivi – ha spiegato l’Assessore – il controllo, affidato a tecnici esperti, ha richiesto un paio di mesi che hanno portato alla consegna della relazione tecnica il 13 maggio da cui è emersa la necessità di sostituire una cinquantina di alberature a rischio crollo”.

L’Amministrazione capitolina, ha sottolineato l’Assessore, ha fatto tutto il necessario “per ridare l’area chiusa (30 ettari su 160) ai cittadini ma allo stesso tempo assicurare la loro incolumità e rispettare le leggi. Inoltre, – ha concluso – il nostro Dipartimento ha depositato una denuncia contro ignoti presso i Carabinieri perché la recinzione, messa a tutela della sicurezza dei romani, viene continuamente divelta”.

Lascia un commento