Potenza, fondi per gli interventi tesi all’ammodernamento delle sale di smielatura

L’Ufficio zootecnia del Dipartimento regionale politiche agricole e forestali comunica che sono a disposizione i fondi per gli interventi tesi all’ammodernamento delle sale di smielatura e dei locali per la lavorazione dei prodotti apistici. Il bando che stanzia la somma 75.776 euro è stato pubblicato sul Bur n.16 del 16 aprile 2015. I richiedenti hanno 90 giorni dalla data di pubblicazione sul Bur per spedire o presentare a mano le istanze, complete dell’apposita documentazione, al Dipartimento politiche agricole – Regione Basilicata- Ufficio zootecnia, zoosanità e valorizzazione delle produzioni, via V. Verrastro, 10- 85100 Potenza. Nel bando è specificato che le spese ammissibili riguardano l’ammodernamento delle sale di smielatura e dei locali per la lavorazione e il confezionamento dei prodotti apistici; l’acquisto di attrezzature e impianti compresi i programmi e le attrezzature informatiche da utilizzare nelle sale di smielatura e nei locali di lavorazione, confezionamento e vendita dei prodotti apistici. I programmi e le attrezzature informatiche dovranno essere integrati e funzionali all’utilizzo delle attrezzature acquistate e alla gestione dell’azienda apistica. Nei finanziamenti sono previsti anche gli oneri progettuali e generali nella misura massima del 10 per cento dell’importo del progetto approvato e realizzato per gli investimenti fissi e del 2 per cento per le attrezzature e gli impianti realizzati. Saranno ammissibili le spese sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda. I massimali del contributo sono: il 50 per cento alle aziende ubicate nelle zone svantaggiate, elevato al 55 per cento per i giovani agricoltori; il 40 per cento per le altre zone, elevato 45 per cento per i giovani apicoltori. Per la formazione delle graduatorie avranno priorità gli apicoltori singoli o associati iscritti nell’elenco regionale degli operatori biologici; gli apicoltori singoli o associati che non hanno beneficiato di contributi della Dgr 562/2013; i giovani apicoltori singoli o associati. Tra i requisiti occorre essere residenti in Basilicata, essere in possesso dell’iscrizione al registro delle imprese agricole della Camera di commercio, essere in possesso dell’iscrizione all’Albo regionale degli apicoltori; essere in regola con la denuncia di detenzione degli alveari ai servizi veterinari; possedere almeno 50 alveari ed essere titolari di laboratori di smielatura in regola con le norme igienico-sanitarie. Si fa, infine, presente che in caso di finanziamento i beneficiari entro 30 giorni dalla ultimazione degli investimenti dovranno presentare all’Ufficio regionale zootecnia la domanda di collaudo competa della documentazione.

Lascia un commento