Carpenedolo, anziano disabile tenuto segregato in una cantina dal cognato

L’uomo, affetto da Alzheimer, era “rinchiuso” dal cognato che ne aveva la custodia e l’amministrazione dei beni. Lo hanno scoperto i Carabinieri di Carpenedolo in provincia di Brescia. Dietro una porta chiusa a chiave i militari hanno trovato l’anziano, in mutande e maglietta. Attorno a lui avanzi di cibo ed escrementi e musica ad alto volume per evitare che i vicini potessero sentirne i lamenti. Attaccate al letto anche delle rudimentali cinghie.

Lascia un commento