Udine, Hera le soluzioni proposte permettono di mantenere il controllo pubblico

Ho preso atto del fatto che le proposte di modifica dello statuto che ci sono state sottoposte mantengono il controllo pubblico e tutelano Hera da qualsiasi tentativo di scalata da parte dei privati. Per quanto riguarda Udine ribadisco che non c’è alcuna intenzione di vendere quote di Hera”. Così il sindaco di Udine, Furio Honsell, al termine di un incontro con le rappresentanze sindacali Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil, avvenuto oggi 20 aprile a palazzo D’Aronco, sul tema della modifica dello statuto e il rinnovo dei patti parasociali tra i soci pubblici di Hera. “Ho preso atto della volontà dei Comuni di modifica dello statuto e dei patti parasociali – sottolinea Honsell –. Non sono stato tra i proponenti di questa scelta perché a mio parere la maggioranza pubblica andava comunque mantenuta. In ogni caso abbiamo approfondito la questione e va detto che queste proposte di modifica dello statuto mantengono comunque il controllo pubblico e blindano Hera da qualsiasi tentativo di scalata da parte dei privati. Ribadisco – conclude – che Udine non ha alcuna intenzione di vendere quote di Hera e anzi siamo disponibili a vincolarne anche di più qualora questo fosse necessario per consolidare ulteriormente il controllo pubblico”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento