Sedico, travolto e ucciso il boscaiolo Pietro Fanfoni. Lavorava per Zucco Gianvittore

L’uomo è morto travolto da una pianta. I medici dell’ospedale di Belluno hanno operato per cercare di salvare la vita del boscaiolo di 49 anni di Sedico, Pietro Fanfoni, che è rimasto a terra ferito mentre lavorava nel bosco in via San Felice.

I compagni di lavoro, altri 3 boscaioli della ditta “Zucco Gianvittore” di Fonzaso, lo hanno visto solo a incidente avvenuto e hanno chiamato subito i soccorsi. Sul posto il Suem 118 ha inviato il centro mobile di rianimazione di Belluno, attivando anche i vigili del fuoco, carabinieri e Spisal.

Le condizioni del boscaiolo sono apparse subito gravissime ed è arrivato privo di conoscenza al pronto soccorso dell’ospedale San Martino. Un terribile trauma alla testa e al torace per il quale è stato subito operato. A nulla però sono valsi gli sforzi di medici e paramedici della Neurochirurgia del San Martino. I traumi troppo gravi non hanno lasciato scampo.

Lascia un commento