Francesco Schettino resta in libertà

L’ex capitano è stato condannato a 16 anni e un mese nel processo sul naufragio della Costa Concordia. Il tribunale del riesame di Firenze ha rigettato l’appello promosso dalla procura di Grosseto contro l’ordinanza con cui il tribunale, in fase di conclusione del processo, aveva già respinto una prima richiesta degli inquirenti di arresto in carcere. Francesco Schettino resta in libertà. Il tribunale del riesame di Firenze ha rigettato l’appello promosso dalla procura di Grosseto contro l’ordinanza con cui il tribunale, in fase di conclusione del processo, aveva già respinto una prima richiesta degli inquirenti di arresto in carcere.

“Sono contento per questa decisione. I giudici hanno capito che io non voglio fuggire. Io voglio restare in Italia per difendermi”. Così Francesco Schettino ha commentato con il suo avvocato Saverio Senese l’ordinanza del Tribunale del Riesame di Firenze.

“Dobbiamo valutare bene se ricorrere in Cassazione. Lo valuterò insieme ai colleghi nei prossimi giorni”. Lo ha detto il procuratore capo facente funzione di Grosseto, Maria Navarro, riguardo al fatto che il tribunale del riesame di Firenze ha rigettato l’appello con cui la procura chiedeva l’arresto in carcere di Francesco Schettino. “Le sentenze non si commentano”, ha solo aggiunto Maria Navarro.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin