Da Meridiani la prima monografia dedicata alla Milano di Expo

Come è cambiata l’offerta turista di Milano in vista di Expo? In che modo le evoluzioni urbanistiche e il nuovo skyline hanno modificato la percezione della città nei visitatori e nei turisti? Quali percorsi per andare alla scoperta della Milano più nascosta e segreta? Ne hanno discusso questa mattina presso l’Urban Center in Galleria Vittorio Emanuele l’assessore al Commercio, Attività produttive e Turismo Franco D’Alfonso con Remo Guerrini, Direttore di Meridiani, rivista monografica di viaggi di Editoriale Domus. Intervenuto per l’occasione anche Stefano Zuffi, storico dell’arte e collaboratore da sempre di Meridiani.
L’incontro, che ha visto la partecipazione degli operatori dell’accoglienza, del commercio e dei cittadini, è stato anche l’occasione per presentare la nuova monografia di Meridiani. Un numero interamente dedicato al capoluogo lombardo e alla sua attrattività a un mese dall’apertura di Expo.

”Un numero unico che rende omaggio alla storia, alle evoluzioni e alle emozioni che Milano sa regalare ai visitatori e ai suoi ospiti che hanno voglia di scoprire anche i lati più nascosti e suggestivi al di là dei tanti luoghi comuni – spiega l’assessore al Commercio, Attività produttive e Turismo Franco D’Alfonso -. Le proposte, gli itinerari inediti e le segnalazioni presenti in questo numero di Meridiani possono essere anche utili ai tanti operatori dell’accoglienza, dagli albergatori, ai ristoratori, agli edicolanti che tra un mese si troveranno a dare indicazioni e suggerimenti ai visitatori di Expo su come vivere e scoprire Milano”.

“Era indispensabile per Meridiani raccontare la Milano di oggi: una città in continua evoluzione che cavalca i cambiamenti, li interpreta e li fa propri difendendo quella tradizione e quella cultura che l’hanno sempre contraddistinta in Italia come nel mondo”, ha detto Remo Guerrini, Direttore di Meridiani.

In oltre 150 pagine il giornale accompagna il lettore nella Milano contemporanea percorrendo un viaggio tra i colori, i sapori e i ritmi di oggi e svelando i tanti “sentieri” che ogni visitatore ha a disposizione per scoprire l’anima pulsante della città. C’è la Milano vista dalle antiche 135 guglie del Duomo o dai nuovissimi tetti dei grattacieli di Porta Nuova, e c’è la Milano popolare che riecheggia nelle canzoni di Jannacci; quella della romanità che un tempo cresceva intorno alle terme, alle ville e agli stadi, e quella futurista di Marinetti. Passando anche per i luoghi simbolo che hanno reso grande la storia della moda italiana che, nata a Firenze e a Roma, è giunta a Milano negli anni Settanta, insediandosi e sviluppandosi fino a diventare un punto di riferimento per tutti gli amanti del gusto e della ricercatezza.

Un viaggio, infine, che sfata persino un cliché: innamorarsi a Milano non è strano né difficile, come recitano le note di Memo Remigi. Anzi, i luoghi dove darsi il primo bacio sono tanti e diversi, come quelli suggeriti nell’inedito “itinerario Hayez”, che parte dal più famoso Bacio della pittura italiana custodito alla Pinacoteca di Brera per spaziare tra gli angoli più suggestivi e romantici della città.

9 su 10 da parte di 34 recensori Da Meridiani la prima monografia dedicata alla Milano di Expo Da Meridiani la prima monografia dedicata alla Milano di Expo ultima modifica: 2015-04-02T04:46:49+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento