Salvini scarica Berlusconi, a rischio la Lombardia e Maroni

Il clima politico diventa sempre più rovente. I due Matteo sono alle prese con il tentativo di “ammutolire” le resistenze interne rispettivamente nel Pd e nella Lega. Compito più arduo per Matteo Salvini chiamato anche a ricostruire il centrodestra. Con una Forza Italia in declino e i partitini centristi numericamente non determinanti, al segretario della Lega non rimane che giocare il tutto per tutto e tentare la corsa solitaria.

Salvini e Meloni“Ad oggi con Berlusconi non c’è un accordo sul piano politico nazionale perché a Bruxelles sediamo su banchi diversi: lui difende l’euro che noi riteniamo una moneta sbagliata. Lui è insieme alla Merkel, noi alla Le Pen. Abbiamo una visione di Italia e di Europa completamente diversa”. Così Matteo Salvini, a Barberino del Mugello per un tour nel Fiorentino, ha sottolineato come “la Toscana è l’esempio migliore di una mancanza di opposizione per dieci anni. Nel senso che qua Fi e Pd hanno inciuciato per dieci anni. Noi vogliamo portare un po’ di aria nuova”.

Il leader del centrodestra spegne la polemica tra Zaia e Tosi. “Zaia è uno dei Governatori più apprezzati d’Italia, il Veneto è una delle regioni più efficienti d’Europa. Quindi Zaia non si discute, avrà totale e pieno mandato per riproporsi per altri cinque anni. Tosi è un ottimo sindaco, è il segretario della Lega in Veneto, se sostiene Zaia è il benvenuto”. Se invece sceglierà la sfida, ha messo in chiaro Salvini, sappia che “chiunque metta in difficoltà Zaia fa un favore alla sinistra e fa un dispiacere ai veneti e quindi si accomoda fuori”.

La presa di posizione di Salvini mette a rischio non solo l’alleanza tra la Lega e Forza Italia in Veneto ma anche la maggioranza in Lombardia. Il Governatore leghista Roberto Maroni, dal canto suo si dice però tranquillo. “La Lombardia è solida, non corre il rischio” di cadere per via di un mancato accordo sulle regionali in Veneto.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin