Lecco, cadavere di un uomo trovato nel torrente Bione

95

Il corpo era in acqua da alcune settimane ed è irriconoscibile. La Procura ha già disposto l’autopsia per stabilire le cause della morte. Anche se da un primo esame del corpo non risulterebbero ferite di arma da fuoco.

Il ritrovamento è avvenuto nel rione di Acquate, alla periferia di Lecco. E’ stato un escursionista a fare la macabra scoperta. Camminava nella zona quando ha intravisto un corpo senza vita sommerso nell’acqua e incastrato fra le rocce. Spaventato, ha subito lanciato l’allarme.

La morte risalirebbe ad alcune settimane fa, come conferma l’avanzato stato di decomposizione del corpo. Gli inquirenti non escludono che possa trattarsi di una persona di cui è stata denunciata la scomparsa. Dai primi accertamenti non emergerebbero segni di violenza, ma la Procura non scarta per ora nessuna ipotesi.