Croce Rossa e 30 Ore per la vita al via la formazione

È partita, anche quest’anno, la campagna di formazione nelle scuole che vede coinvolto il personale scolastico in numerose scuole in tutta la Regione.

Questa attività è il risultato della Raccolta fondi che tutti gli anni mettono in campo a livello nazionale Croce Rossa Italiana e l’associazione “30 ore per la vita” con lo scopo di donare un defibrillatore alle scuole che ne sono provviste (ancora numerose in tutta Italia) che ne fanno richiesta.

In Basilicata sette sono gli istituti che beneficeranno dell’installazione del Defibrillatore dove la Croce Rossa Italia di Basilicata ha svolto in collaborazione con il 118 Basilicata Soccorso i corsi BLS-D per il personale scolastico: l’Ist. Comprensivo Settembrini di Nova Siri, Ist. Superiore “Camillo d’Errico” di Palazzo San Gervasio, Ist. Comprensivo “A. Ilvento” di Grassano, Ist. Comprensivo “M. Carlucci” di Ruoti, Ist. Comprensivo di Satriano di Lucania, Ist. Comprensivo di Castelluccio Inferiore, Ist. Comprensivo Giovanni XXIII plesso di Ginestra, per un totale di oltre cinquanta tra docenti, personale tecnico e amministrativo che hanno conseguito la qualifica di esecutore di manovre di rianimazione cardio polmonare con l’utilizzo del defibrillatore.

“Sono molto soddisfatto – afferma il Presidente Regionale CRI Basilicata Fernando Moscariello – per quanto fatto fino ad oggi dai nostri volontari nel campo della formazione esterna verso la popolazione, ed anche quest’anno la CRI di Basilicata ha appoggiato fortemente l’iniziativa portata avanti oramai da qualche anno in collaborazione con “30 ore per la vita” che ci ha permesso di dotare numerose strutture del defibrillatore, un apparecchio fondamentale per dare un primo soccorso a persone colpite da infarto, ma ancora più importante è formare tante persone al corretto utilizzo di questo presidio che con poche e semplici manovre consente un soccorso tempestivo a persone coinvolte da infarto, ed anche quest’anno saremo in prima fila nella raccolta fondi per il 2015.

Lascia un commento