Cinema, a Potenza secondo appuntamento con i Giovedì d’autore

Giovedì 5 febbraio secondo appuntamento con i giovedì d’autore al cineteatro don Bosco di Potenza; in programmazione alle 19.15 e alle 21.30 “Due giorni, una notte” (Titolo originale Deux Jours, Une Nuit) di Luc e Jean-Pierre Dardenne con Marion Cotillard, premiata per l’interpretazione come Miglior attrice all’European Film Awards 2014 e con Fabrizio Rongione, Pili Groyne

Film dopo film, i fratelli Dardenne hanno portato sullo schermo un’epica proletaria piena di forza: con La promesse trattavano il tema del lavoro clandestino. Con il successivo Rosetta tornarono ad affrontare l’argomento occupazione conquistando una Palma d’oro a Cannes e una legge (a tutela del lavoro giovanile) originata dalle discussioni che il film aveva suscitato in Belgio. Qui, in questa “pellicola perfettamente calibrata che trova il suo magico centro in una Marion Cotillard di straordinaria sensibilità e naturalezza” i Dardenne mettono al centro un padrone e gli operai di una piccola fabbrica francese. “Il soggetto è lineare; però i cineasti belgi lo svolgono tenendoti in allerta su come andrà a finire, quasi si trattasse di un film di Hitchcock”. Sandra, considerata l’anello debole della catena produttiva della piccola azienda in cui lavora perché ha sofferto di depressione, viene licenziata. Hanno vinto i voti a favore di un premio di produzione contro il licenziamento di lei. Grazie al sostegno di suo marito, Sandra chiede (e ottiene) una ripetizione della votazione, ma ha un tempo limitatissimo per convincere chi le ha votato contro a cambiare parere. Miglior attrice all’European Film Awards 2014,

La rassegna proseguirà giovedì 12 e venerdi 13 con un’altra attessissima pellicola Jimmy’s Hall di Ken Loach.

9 su 10 da parte di 34 recensori Cinema, a Potenza secondo appuntamento con i Giovedì d’autore Cinema, a Potenza secondo appuntamento con i Giovedì d’autore ultima modifica: 2015-02-04T13:41:46+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento