Padova, sequestrati beni per 130 milioni ad un campano legato alla camorra

Il provvedimento è stato eseguito dai Carabinieri in otto regioni italiane a carico di un uomo di origine campana ritenuto legato a un importante clan di camorra. Contro di lui, l’accusa di riciclare per il clan ingenti somme di denaro sporco. Da qui il sequestro preventivo d’urgenza chiesto dalla Dda di Venezia e disposto dal Tribunale di Padova.

Sotto sequestro beni per 130 milioni di euro. Quattrocento i militari impegnati in Veneto, Emilia-Romagna, Lombardia, Lazio, Campania, Basilicata, Puglia e Calabria.

Lascia un commento