Maltempo, avviso criticità idrogeologica per la Basilicata

L’Ufficio Protezione Civile Regionale rende noto che ha emesso l’avviso di criticità idrogeologica per il territorio della Basilicata: in particolare per il versante tirrenico (BASI C: bacini Agri, Sinni e Noce) e per quello appenninico (BASI A) è prevista la massima allerta (livello di allerta ROSSO), anche se i fenomeni interesseranno significativamente l’intero territorio regionale (livello di allerta ARANCIONE su BASI-B).

Nel comunicare che il messaggio di allerta è già stato inviato a tutti gli Enti interessati per mezzo degli usuali mezzi di comunicazione, si fa presente che l’Ufficio Protezione Civile ha disposto l’apertura della Sala Operativa Regionale in H24 fino al termine dell’allerta.

Si invitano gli Enti preposti, ed in particolare i Comuni, ad adottare i provvedimenti di propria competenza allo scopo di garantire la pubblica e privata incolumità, in osservanza di quanto previsto nei propri Piani di Protezione Civile.

L’Ufficio regionale della Protezione civile rende inoltre noto che a seguito delle forti precipitazioni che stanno interessando incessantemente dalla nottata di ieri l’intero territorio regionale, e in maniera molto intensa i settori occidentali della Basilicata dove in alcune zone sono state registrate precipitazioni superiori ai 250 mm nelle 24 ore che rappresentano tempi di ritorno dell’evento superiori a 20 anni, i fiumi risultano in piena e i livelli idrometrici salgono rapidamente. Al momento si segnalano superamenti dei livelli di soglia di allerta sul Noce, sull’Ofanto, sul Basento e sul Sele. A supporto degli enti interessati, informa l’Ufficio Protezione civile, la Sala Operativa Regionale continuerà ad inviare aggiornamenti costanti sui livelli idrometrici e pluviometrici.

Infine, sul sito della Protezione civile nazionale, all’indirizzo

(http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/view_cosa_fare_idrogeologico.wp?contentId=APP281) sono riportate le principali norme comportamentali per evitare i rischi derivanti dalle condizioni meteorologiche avverse. In particolare, si consiglia di non transitare o sostare lungo gli argini dei corsi d’acqua, sopra ponti o passerelle, di evitare i sottopassi perché si possono allagare facilmente, di non passare sotto scarpate naturali o artificiali, di non scendere nelle cantine e nei garage per salvare oggetti o scorte e, in ogni caso, di seguire le indicazioni fornite dalla protezione civile del Comune.

Lascia un commento