Venezia, scomparsa di Giancarlo Ligabue il cordoglio del commissario Zappalorto

Il commissario straordinario del Comune di Venezia, Vittorio Zappalorto, appresa la notizia della morte di Giancarlo Ligabue, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Con Giancarlo Ligabue scompare un raro esempio di imprenditore e scienziato che è riuscito, nel corso degli anni, a farsi conoscere nel mondo oltre che per l’azienda di famiglia, portata avanti con passione e capacità imprenditoriale, anche per le rigorose ricerche scientifiche, parte delle quali trovano naturale collocazione nella sezione a lui dedicata del nostro Museo di Storia naturale. Un uomo che ha fatto dell’esplorazione una delle sue ragioni di vita, e che con il suo Centro Studi, ma anche con il suo impegno di presidente della Reyer, ha donato a Venezia uno dei più belli esempi di mecenatismo dei nostri tempi. Sorta di novello Marco Polo, Ligabue ha saputo esprimere, con la sua vita, l’antico spirito veneziano del viaggio e della scoperta, seguendo quella ‘virtute e canoscenza’ che denota il senso ultimo dell’essere umano. Venezia tutta si stringe oggi attorno alla sua famiglia e ai suoi amici, esprimendo il cordoglio per la perdita di un grande e stimato concittadino”.

Lascia un commento