Vicenza, pubblicato il bando Energie sommerse

È stato pubblicato oggi il bando “Energie sommerse”, promosso in via sperimentale dal Comune di Vicenza, per favorire progetti culturali, presentati e realizzati nel 2015 all’interno del territorio del Comune di Vicenza, da soggetti che non hanno già un rapporto consolidato con l’amministrazione, al fine di far emergere le risorse presenti e spesso non visibili nel mondo giovanile, stimolare la nascita di micro imprese o di attività legate alla creatività, all’arte, all’innovazione dei linguaggi.
Ci sarà un mese di tempo, fino al 23 febbraio 2015 alle ore 12.00, per la consegna delle domande all’Ufficio Protocollo del Comune da parte di organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, associazioni o enti di promozione sportiva dilettantistiche, associazioni giovanili, culturali, studentesche, cooperative, liberi professionisti, lavoratori autonomi, ditte individuali.
La commissione valuterà le proposte entro la metà di marzo.
Il bando metterà a disposizione la somma di 50 mila euro, grazie al sostegno di Veneto Banca che vi ha investito 30 mila euro, mentre i restanti 20 mila euro verranno finanziati dal Comune con i guadagni derivati dall’apertura al pubblico della Basilica palladiana. Il budget verrà suddiviso tra i soggetti prescelti fino ad un massimo di 5 mila euro ciascuno (il contributo coprirà fino al 90% del costo complessivo del progetto).
“Energie sommerse è una scommessa, una sorta di proposta sperimentale, formulata con la volontà di far partecipare alla rinascita culturale di Vicenza anche tanti soggetti di nuova costituzione o comunque meno strutturati, che fino a qui hanno faticato a emergere – così dichiara il vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d’Elci –. Con il bando vorremmo premiare il merito, valorizzare idee e progetti, provenienti in particolare dal mondo giovanile, dalle nuove associazioni. Vorremmo insomma favorire un nuovo paradigma di crescita della nostra città fondato sulla cultura e sulla creatività. Crediamo che, oggi, la consapevolezza delle nostre capacità, dei nostri talenti da valorizzare, vada affermata, in quanto appartiene a tutti, e che questo paradigma sarà vincente se in tanti parteciperanno alla nostra scommessa. L’invito è pertanto quello a farsi avanti, per misurarsi su temi stimolanti e importanti”.
“Veneto Banca ha accolto con entusiasmo l’invito a sostenere il progetto Energie Sommerse promosso dal Comune di Vicenza – spiega Vincenzo Consoli, direttore generale di Veneto Banca -. L’Italia migliore è quella che valorizza i nostri giovani e dà valore alle loro idee, alle loro proposte e alle loro energie. Per questo motivo siamo particolarmente felici di stare al loro fianco. E’ un’iniziativa che si sposa perfettamente con il nostro ruolo fondamentale di banca del territorio, attenta agli input ed alle istanze delle aree dove siamo presenti. Un sostegno concreto a tutti quei giovani che, attraverso le loro idee, creano sviluppo e valore aggiunto al territorio vicentino. La presenza di Veneto Banca va in questa precisa direzione”.
Le proposte potranno riguardare: eventi, rassegne, festival legati ad attività o imprese nell’ambito dell’arte, della creatività, dell’innovazione tecnologica (produzione, supporto, organizzazione, servizi, logistica, formazione), ma anche luoghi o occasioni di confronto, progetti di scambio di informazioni ed esperienze, e infine performance, installazioni artistiche, pubblicazioni.
I progetti dovranno essere relativi a tre aree tematiche e svilupparsi in precise fasce temporali: “La notte” collegata alla mostra in Basilica Palladiana “Tutankhamon, Caravaggio, Van Gogh. La sera e i notturni dagli Egizi al novecento” (da realizzarsi nel periodo compreso tra il 1° aprile e il 30 giugno 2015); “L’alimentazione” riconducibile all’esposizione universale “Expo Milano 2015 – Nutrire il pianeta, energia per la vita” (da realizzarsi nel periodo compreso tra il 1° maggio e il 31 ottobre 2015); infine “La Grande Guerra” in occasione delle commemorazioni per il Centenario della Prima Guerra Mondiale (da realizzarsi nel periodo compreso tra il 1° maggio e il 31 dicembre 2015).
I soggetti proponenti dovranno essere legalmente costituiti da almeno 2 mesi alla data di pubblicazione del bando, avere sede nella provincia di Vicenza e potranno presentare al massimo 1 progetto per ogni area tematica, avvalendosi anche di forme di collaborazione con altre associazioni o enti.
La commissione valuterà i progetti tramite apposite griglie assegnando un punteggio da 0 a 100. Un massimo di 25 punti verranno attribuiti per la qualità della proposta sotto il profilo organizzativo, gestionale, delle risorse impiegate, del grado di efficienza del progetto e della sua sostenibilità nel tempo; altri 25 alla rilevanza, dimensione ed efficacia dell’intervento con particolare riferimento al numero dei possibili destinatari e all’estensione territoriale del progetto. La previsione di forme di partenariato o di collaborazione con altri soggetti permetterà di ottenere un massimo di 10 punti, mentre l’innovatività e la capacità di proporre soluzioni nuove, originali e valorizzazione delle creatività emergenti consentirà di ottenerne fino a 30. Infine il fattore anagrafico (under 40) fino a 10 punti.
Per informazioni sulle procedure di presentazione dei progetti, i soggetti interessati potranno rivolgersi all’indirizzo mail: gestionecultura@comune.vicenza.it

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento