Genova, sequestrati beni al reggino Pasquale Potorti

Eseguito dalla Dia del capoluogo ligure il sequestro preventivo di beni tra cui auto, moto, conti correnti e somme di denaro per un valore di oltre 300 mila euro. Il provvedimento è stato eseguito a carico di Pasquale Potorti, 63 anni, originario di Casignana in provincia di Reggio Calabria, già condannato alla pena dell’ergastolo per concorso in omicidio, traffico di sostanze stupefacenti e altri reati.

Dalle attività è emerso che Potorti, nonostante si trovasse in regime di semilibertà, aveva organizzato un giro di usura che aveva visto vittime numerose persone, tra cui un imprenditore della provincia di Asti.

Lascia un commento