Verona, una stele in memoria di don Stefano Gorzegno

E’ stata inaugurata oggi nei giardini di piazza Vittorio Veneto una stele in memoria di don Stefano Gorzegno, l’eroico sacerdote veronese stroncato da un malore a 44 anni, dopo aver salvato sette ragazzini che rischiavano di annegare nel mare di Termoli. Alla cerimonia hanno partecipato la madre di don Gorzegno signora Gaziella, il Sindaco Flavio Tosi, il Vescovo Monsignor Giuseppe Zenti, l’assessore ai Giardini e Arredo urbano Luigi Pisa, il presidente della 2^ circoscrizione Filippo Grigolini, il consigliere delegato ai rapporti con le associazioni religiose Rosario Russo, il sindaco di Frassenè Agordino.
La stele, realizzata dall’artista Andrè Ballis di Agordo (BL), è stata donata dalla parrocchia di San Francesco d’Assisi all’Arsenale per onorare la memoria del sacerdote veronese (1957/2003), medaglia d’oro al valor civile, che si formò’ spiritualmente nelle parrocchie veronesi di San Pietro Apostolo e di San Francesco d’Assisi.
Dal profilo biografico di don Gorzegno emerge la figura di un sacerdote semplice, cordiale, disponibile, impegnato nel volontariato fin da ragazzo, insignito della medaglia d’oro al valor civile nel 2003, per l’estremo atto di generosità in cui perse la vita per salvare sette ragazzini, che erano affidati alle sue cure pastorali, e che rischiavano di annegare nelle acque agitate del mare in località Fucilieri, a nord di Termoli.
Il monumento, collocato nell’aiuola a sud ovest dei giardini di piazza Vittorio Veneto, è formato da una stele in pietra bianca calcarea di circa 2 m. di altezza, a cui è fissato un medaglione con altorilievo bronzeo raffigurante il busto di don Gorzegno, incorniciato da bassorilievi rappresentanti quattro scorci delle parrocchie in cui il sacerdote veronese ha operato: Voltago Agordino, Frassenè Agordino, Roccamandolfi e Bojano.

9 su 10 da parte di 34 recensori Verona, una stele in memoria di don Stefano Gorzegno Verona, una stele in memoria di don Stefano Gorzegno ultima modifica: 2015-01-17T20:53:38+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento