Gairo, ucciso in un agguato Aldo Caboi allevatore dell’Ogliastra

L’uomo è spirato all’ospedale San Francesco di Nuoro. Aldo Caboi, 63 anni, la mattina del 15 novembre scorso venne raggiunto da una scarica di pallettoni all’interno del pick-up in cui viaggiava. Caboi, ex operaio forestale in pensione, si trovava a bordo del fuoristrada guidato da Fabrizio Ligas, 33 anni, allevatore, anche lui rimasto ferito nell’agguato in maniera più lieve. Insieme stavano percorrendo una strada rurale nella campagna di Gairo Taquisara per raggiungere il bestiame. Dopo l’attentato Ligas era sceso dal pick-up ed era riuscito a chiamare il padre, che lo aveva trasportato subito all’ospedale di Lanusei, dove era stato operato a una spalla. Mentre le condizioni di Caboi, soccorso più tardi dal 118, erano apparse da subito disperate per via di un proiettile che è rimasto conficcato nel cervello. L’uomo, che era stato colpito anche al torace, ha lottato per giorni tra la vita e la morte nel reparto di Rianimazione del San Francesco, ma non ce l’ha fatta.

9 su 10 da parte di 34 recensori Gairo, ucciso in un agguato Aldo Caboi allevatore dell’Ogliastra Gairo, ucciso in un agguato Aldo Caboi allevatore dell’Ogliastra ultima modifica: 2014-11-23T04:13:27+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento